fbpx

Quando viene a mancare una persona cara, fra le prime cose di cui occuparsi vi è l’annuncio della sua dipartita alla comunità. Il necrologio ha la funzione di informare circa la scomparsa della persona, allegando le sue generalità, una piccola biografia e dettagli quali il luogo e l’orario stabilito per le esequie. L’annuncio funebre assume particolare rilevanza soprattutto nel caso in cui, nel comune di riferimento, non sia autorizzata l’affissione del manifesto.

Al giorno d’oggi, esiste la possibilità di diffondere il necrologio in due modi: su quotidiani o altre tipologie di pubblicazioni (cartacee o digitali), oppure tramite il web su siti internet dedicati a questo tipo di comunicazioni.

Considerato il momento doloroso per la famiglia del defunto, il come scrivere il necrologio può non essere una cosa facile dal punto di vista psicologico; per questo molte agenzie funebri offrono il loro supporto nella redazione dell’annuncio, oltre ad occuparsi del servizio di affissione del manifesto, ove consentito. Anche l’impresa funebre Viglino, ad Alba, vicino a Cuneo, è a disposizione con il proprio personale per aiutare i familiari o gli amici del caro estinto a comporre il necrologio, fornendo il sostegno umano che è richiesto in questi casi.

Per venire in aiuto a coloro che si trovano in un frangente luttuoso, abbiamo comunque raccolto in questo articolo alcune indicazioni su come scrivere il necrologio.

In primo luogo, l’annuncio funebre può essere scritto sia dai familiari della persona scomparsa, sia dagli amici. Una cosa molto importante è scegliere accuratamente le parole e il tono della comunicazione, che devono risultare composti, adeguati alla situazione e capaci, al contempo, di esprimere cordoglio. Nel redigere il testo, inoltre, è opportuno tenere in considerazione la personalità, il carattere e il credo del defunto, adottando un linguaggio che sia rispettoso di tali aspetti. Occorre anche tenere presente che il necrologio fornisce l’opportunità di rendere omaggio per l’ultima volta alla persona che è mancata, perciò le parole utilizzate dovrebbero essere particolarmente significative.

In secondo luogo, nel esaminare come scrivere il necrologio, occorre riportare all’inizio del necrologio le informazioni essenziali, cioè il nome e cognome della persona deceduta e la data della dipartita. In seguito, vanno indicati i dati anagrafici del defunto e il nome di colui o coloro che danno la notizia della perdita (solitamente i familiari o il coniuge). Se il defunto aveva un titolo nobiliare o una carica, questi si possono riportare prima del nome.

Successivamente, si specifica quando e dove si celebrerà la cerimonia funebre, allegando eventuali altri dettagli, ad esempio l’orario in cui la salma sarà trasferita dall’ospedale alla chiesa. Per quanto riguarda la grafica, si adotterà un’impaginazione sobria, solitamente con motivi religiosi o floreali e con colori neutri.

Nel caso in cui si decida di procedere alla pubblicazione su un giornale, esistono, poi, delle tempistiche di cui tenere conto. Generalmente, occorre riservare lo spazio per il necrologio con un certo anticipo (entro le 18, due giorni prima delle esequie). La pubblicazione dell’annuncio funebre è un servizio a pagamento che forniscono determinati quotidiani e riviste, e come tale rientra nel novero delle spese funebri che possono essere portate in detrazione.

La prassi della pubblicazione è di solito piuttosto semplice; tuttavia, molte agenzie funebri sono disponibili, come accennato in precedenza, ad occuparsi della redazione del necrologio e della prenotazione dello spazio sul giornale, qualora la famiglia non fosse in grado di farlo. Anche l’agenzia funebre Viglino ad Alba (Cuneo) offre questo servizio di diffusione del necrologio, oltre al necessario supporto pratico ed emotivo alla famiglia della persona scomparsa nelle diverse fasi preparatorie della cerimonia funebre.

In questa pagina, abbiamo riportato alcune informazioni utili sugli allestimenti e sugli elementi ornamentali per le esequie, mentre in questo articolo abbiamo indicato quali sono i fiori solitamente utilizzati per gli addobbi e i loro principali significati.

Per qualsiasi altra informazione sulle esequie e sull’espletamento delle relative pratiche, possiamo essere contattati tramite questo modulo.